Assessorato della Salute
Dipartimento Regionale per le Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico

Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico
"G. Rodolico - San Marco" - Catania

Rete dei laboratori di microbiologia (Rete MIC) per la sorveglianza delle resistenze batteriche

In linea con le strategie e gli obiettivi del Piano Nazionale di Contrasto dell’Antimicrobico-Resistenza (PNCAR), la Regione Siciliana ha istituito con decreto assessoriale n. 356/2019 la Rete dei laboratori di microbiologia (Rete MIC) per la sorveglianza delle resistenze batteriche al fine di:

  • aumentare la partecipazione dei laboratori di microbiologia della regione al sistema di sorveglianza nazionale dell’antibiotico-resistenza AR-ISS;
  • garantire a livello locale la disponibilità di dati coerenti con i criteri definiti dal protocollo nazionale AR-ISS, consentendo anche il confronto con altre Regioni e PP.AA;
  • descrivere a livello a livello regionale, provinciale ed aziendale la frequenza e l’andamento dell’antibiotico-resistenza nel gruppo di patogeni rilevanti dal punto di vista epidemiologico e clinico;
  • porre le basi per l’attuazione delle politiche aziendali di antimicrobial stewardship, ovvero promuovere l’uso appropriato degli antibiotici tenendo conto dei dati locali di antibiotico resistenza, ottenuti dalla sorveglianza della rete dei laboratori di microbiologia;
  • attuare tempestivamente le misure di contenimento delle Infezioni correlate all’assistenza e dell’antibiotico resistenza;
  • valutare l’impatto degli interventi posti in essere per contrastare il fenomeno dell’Antimicrobico resistenza (AMR)
  • migliorare metodologicamente la qualità di misurazione dello stesso sistema di sorveglianza regionale attraverso l’attività di reporting ed il feed-back informativo ai laboratori della rete.

Il Tracciato unico Regionale

Con il decreto assessoriale n. 1937 del 18 ottobre 2019, al fine di standardizzare la metodologia di raccolta dati, è stato istituito il tracciato unico regionale della Rete MIC ed è stato chiesto a tutti i laboratori di procedere all’estrazione dal proprio applicativo informatico LIS dei dati ottenuti dai risultati dei saggi di sensibilità agli antibiotici eseguiti dal laboratorio per gli isolati, ottenuti da sangue o liquor, delle specie Staphylococcus aureus, Streptococcus pneumoniae, Enterococcus faecalis, Enterococcus faecium, Escherichia coli, Klebsiella pneumoniae, Pseudomonas aeruginosa e Acinetobacter species;

- di garantire che ogni record contenga obbligatoriamente i risultati (qualitativi e quantitativi) dei saggi di sensibilità del microorganismo a tutti gli antibiotici nello stesso ordine in cui sono riportati nella Tabella 3.

Il Rapporto n. 1

Con nota prot.n. 47204 del 22 dicembre 2020 è stato trasmesso a tutte le aziende pubbliche e private accreditate del SSR il Rapporto n. 1 - ReteMIC – Dati di sorveglianza regionale delle resistenze Anno di riferimento 2019. Il rapporto è stato elaborato sulla base dei dati raccolti nel I semestre  ed i sui dati costituiscono la base per la prescrizione della terapia empirica a livello aziendale in coerenza alle disposizioni del decreto assessoriale n. 703/2020, alle politiche regionali di antimicrobial stewardship ed al Piano Nazionale di contrasto all’Antibiotico resistenza. Nel rapporto infatti sono contenuti i dati di sorveglianza delle resistenze batteriche.